Santa Rita: storia di uno dei più grandi mercati di Torino

Mercati
Mercati di Torino - Storia di Santa Rita

Manca ormai pochissimo alla partenza del progetto StreetMarket360°, il primo mercato a 360° che ti permetterà di fare la spesa online passeggiando tra i prodotti freschi e le offerte di giornata. Protagonisti assoluti dell’iniziativa sono i banchi del mercato di Santa Rita, uno dei più grandi e importanti mercati di Torino. In questo articolo, vi raccontiamo brevemente la sua storia e cosa lo rende un caso particolare, un’eccezione fra tutti i mercati della città.

Il mercato di Santa Rita si insedia nel secondo dopoguerra in corso Sebastopoli, lungo circa cinque isolati. Deve il nome alla vicina chiesa di Santa Rita da Cascia che, con la sua costruzione, diede inizio all'urbanizzazione dell’area esterna alla cosiddetta “cinta daziaria” del 1912, all'altezza dell’attuale Piazza Omero. Il mercato si sviluppa su una banchina centrale alberata, affiancata da due controviali oltre cui sorgono negozi ed esercizi di piccole dimensioni.

Noto per essere uno dei mercati più grandi di Torino e situato in uno dei quartieri residenziali più popolosi della città, che ha ospitato nell'epoca delle grandi migrazioni interne i nuovi cittadini dalle campagne, dal nord est e dal sud Italia, il mercato di Santa Rita si caratterizza per la competitività dei prezzi e per l’equa distribuzione dei banchi, vanta circa 350 operatori in grado di assicurare il massimo della freschezza e dei sapori dei propri articoli, che includono anche prodotti di abbigliamento e accessori made in Italy, presto disponibili a tutti grazie al nostro servizio di spesa online.

Il mercato, nel 2016, è ufficialmente diventato il primo, tra i mercati di Torino, a diventare un consorzio, una entità legale cioè dotata di un proprio statuto ufficiale e una propria struttura amministrativa anche di fronte al comune, che lo qualifica come ente abilitato all'autogestione. La finalità del Consorzio Santa Rita “Mercato Reale” non è infatti solo quella di raggruppare i banchi in un unico organo, ma anche di facilitare la collaborazione tra commercianti per migliorare le condizioni delle rispettive attività, nel segno della più classica “unione che fa la forza”.

Per questa ragione, passeggiando sotto i tendoni e gettando lo sguardo alle merci in vendita, districandosi nel vivace via vai dei suoi clienti sempre numerosi e affezionati, non si può fare a meno di respirare la vitalità di un piccolo mondo che non rappresenta soltanto un quartiere tra i più grandi e importanti della città, ma anche una comunità di persone che condividono una storia comune e lontana nel tempo.

Il progetto di StreetMarket360° non soltanto consentirà di fare la spesa online e di ricevere in giornata i prodotti freschi e buoni del mercato di Santa Rita, ma anche di portare sempre con sé un po’ di quel mondo e della sua vivacità. Resta connesso con noi per non perdere tutti gli aggiornamenti sulla nostra iniziativa!